Approposito di semi…

Quanto sono affascinanti i semi…sembra incredibile, eppure da tutte queste palline, pagliuzze, bastoncini, fagioli, riccioli secchi nasce nuova vita.

In questi giorni raccolgo gli ultimi semi di fiori. Alcuni sono indispensabili come quelli delle tagete e delle zinnie. Sono piante annuali e dalle nostre parti i semi di solito non sopravvivono all’inverno. Altri non resisto a raccoglierli, anche se superano benissimo l’ inverno e a primavera generano piantine ovunque. Fra questi le cosmee (Cosmos bipinnatus), le calendule, i fiordalisi (Centaurea cyanus), i nasturzi (Tropaeolum majus), gli antirrini…Li raccolgo per regalarli o usarli in altre zone.

tagete-calendule

fiordalisi cosmos

tropeoli-antirrini

Fra gli irresistibili ci sono anche: le capsule secche dei papaveri, i capolini pungenti delle echinacee, le lanterne arancioni o smaterializzate degli alkekengi, le leggere medaglie del papa (Lunaria annua).

papavero echinacea

physalis lunaria

Molto facili da raccogliere sono anche i fiori secchi pieni di semini neri dell’erba cipollina (Allium schoenoprasum), sono fra i primi già pronti in estate.

Mi stupisco di fronte alle silique della rucoletta perenne (Diplotaxis tenuifolia)…eh già, è una brassicacea!

allium rucoletta

I semi sono belli e preziosi. Raccoglierli e conservarli assume al giorno d’oggi un’importanza enorme, ancor più se si parla delle piante che rappresentano il nostro cibo. Significa garantire a tante specie di sopravvivere, favorire la conservazione di varietà locali e non dipendere da industrie produttrici di tristi piante sterili.

Da quest’anno oltre ai facili fiori inizio a  conservare semi di qualche ortaggio… prove.

Per riprodurre piante orticole di buona qualità è necessario imparare come si fa, seguendo qualche corso o basandosi su libri come il “Manuale per salvare i semi dell’orto e la biodiversità “ di Michel e Jude Fanton.

Nella nostra zona l’associazione La Pimpinella tieni corsi sull’argomento e custodisce varietà antiche di frutti e ortaggi.

Domenica 8 Novembre organizza ad Arco (TN) una giornata di scambio sementi autoprodotte! Da non perdere!

12118633_1648145035461115_400483554028821114_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...